Noi freelance, di qualsiasi settore, maturi amo molto facilmente abitudini controproducenti per il nostro lavoro e che per questo dobbiamo cercare di combattere ed evitare ad ogni costo per migliorare la qualità del nostro tempo e aumentare la produttività. Io mi occupo di scrittura dei contenuti ad esempio e il mio lavoro inizia ben prima dell’arrivo del testo ma tutto parte da una capacità di organizzazione personale e logistica che va allenata e tenuta sempre sotto controllo. I freelance hanno mola responsabilità quando lavorano ad una progetto. Si deve tenere conto di tanti aspetti, incluso quello della contabilità e, a volte, qualcosa può sfuggire. Vediamo quali sono gli errori più comuni di un freelance e come superarle.

1 . Non programmare il lavoro

traduttori freelance sanno bene che, in 365 giorni di lavoro, i momenti di attività molto intensa possono alternarsi ad altri meno produttivi. Se quando le commissioni, purtroppo, scarseggiano ci possiamo anche adagiare un pochino, in caso di consegne e scadenze ravvicinate diventa essenziale stabilire una tabella di marcia. Può bastare un’agenda, un semplice file .doc oppure un programma specifico da usare al pc o direttamente dal cellulare come l’elegante agenda online Do It (Tomorrow). Per i nostalgici della carta stampata, anche un’agenda tascabile in cui prendere nota di appuntamenti e tempistiche e indicare la priorità dei propri impegni di lavoro, può andare bene. L’importante è non dimenticare di farlo o di farlo in modo troppo superficiale: la vostra serenità personale e professionale ne risentirebbe.

2. Avere il pc in disordine

Una cosa che capita spessissimo ai traduttori freelance e a tutti quelli che ogni giorno usano il computer per lavorare è di ritrovarsi con una miriade di file salvati a destra e a manca dei quali non si è più capaci di liberarsi. Ovviamente la questione non è l’ordine o meglio… non solo l’ordine. Se tenere tutto organizzato in cartelle e sottocartelle può non essere facile quando si lavora in emergenza, a ritmi sostenuti e con consegne urgenti, lavorare senza riuscire a trovare subito le immagini o i documenti di cui abbiamo bisogno perché disseminati nel computer senza un criterio è sicuramente frustrante e rappresenta una notevole perdita di tempo che per i traduttori freelance è sempre troppo poco. L’ideale, perciò, è stabilire una data in cui dedicarsi alla “pulizia” del nostro amico pc per tenerlo sempre pronto all’uso.

3. Non fare backup

Oltre a mettere in ordine il vostro pc, non dimenticate di fare backup dei vostri file, lavori e appunti altrettanto regolarmente. Per quanto possiate aver comprato un ottimo computer che non vi ha mai dato problemi, l’imprevisto è dietro l’angolo e se, malauguratamente, dovesse spegnersi e/o smettere di funzionare il rischio di perdere tutto è altissimo. A volte la pigrizia riesce a rendere il momento del backup davvero noioso e si commette l’errore di lasciar passare settimane, mesi, anni prima di pensare seriamente a fare un salvataggio del materiale presente sul computer. Niente di più sbagliato perché la maggior parte dei problemi sopraggiungono quando il computer invecchia e, quindi, maggiore è il tempo che lasciamo passare, più alto si fa il rischio di perdere file importanti.

4 – Trascorrere troppo tempo sui social

Concedersi una pausa durante il lavoro è legittimo ma bisogna stare attenti… si rischia di esagerare, soprattutto se siamo frequentatori abituali di Facebook e altri social network. In questo caso per evitare di sottrarre troppo tempo alle urgenze dei nostri clienti, sarebbe meglio darsi degli orari e dei tempi precisi per poi tornare diligentemente al lavoro. Lo so, non è facile. C’è un post che attira la nostra attenzione e vogliamo commentare, una foto che ci colpisce e vogliamo condividerla, un amico o collega che ci scrive e abbiamo voglia di fare due chiacchiere e in tutto questo non c’è niente di male, se siamo liberi e abbiamo terminato i nostri impegni. Diventa, invece, controproducente se ci lasciamo andare durante gli orari di lavoro, se ci facciamo distrarre perdendo tempo prezioso che andrebbe utilizzato per migliorarci e migliorare le nostre prestazioni.

5. Lavorare nel weekend

Lavorare come freelance ha i suoi vantaggi ma anche qualche svantaggio come, ad esempio, non avere orari di lavoro fissi e, spesso, può capitare di dover lavorare nel weekend, magari rinunciando a qualche uscita con amici o qualche evento interessante. Questi sacrifici ovviamente li abbiamo messi in conto quando abbiamo scelto di diventare freelance ma se compromettere il nostro tempo libero diventa un’abitudine a lungo andare potremmo soffrirne. La nostra mente ha bisogno di svago e di distrazione e per ricaricarsi di forza ed energia deve trovare nuovi stimoli al di fuori dei contesti soliti. Magari una passeggiata, una chiacchierata con un’amica, un po’ di shopping possono aiutarci a lavorare lunedì con ancora maggior entusiasmo. Quindi, traduttori freelance, mi raccomando, questo weekend spegnete il pc e fatevi un giro nel mondo reale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *