Traduttori freelance professionisti: 5 requisiti per riconoscerli

Traduttori freelance professionisti: 5 requisiti per riconoscerli

Traduttori freelance professionisti non si nasce ma si diventa. Eh già, perché la strada da percorrere per diventare traduttori è lunga e richiede tanto impegno, costanza e determinazione. Succede poi che, una volta percorsa questa strada, ci si ritrovi, purtroppo, a dover fare i conti con la realtà e con le sue insidie. Già perché se è vero che di traduttori freelance professionisti e professionali ce ne sono tanti è altrettanto frequente trovarne, accanto a loro, molti altri che si fingono tali e millantano capacità, esperienza e competenza senza averne. Dopotutto, ormai è diventato facilissimo aprire un sito Internet e crearsi una Pagina Fb è veloce e gratuito.

Poi, a fare il resto ci pensano gli annunci di “Cerco lavoro” su forum e piattaforme web dove i sedicenti traduttori dicono di essere disponibili per lavori di traduzione di ogni tipo, proponendo tariffe bassissime. Il cliente che di tradizioni ne sa poco o niente, e che, comprensibilmente, vuole risparmiare si affida a loro ed ecco scoperta l’amara verità, ovvero che, oltre a non conoscere la lingua di destinazione e di non essere in grado di tradurre un testo correttamente, dopo aver ricevuto l’incarico (e il pagamento) spariscono nel nulla, non rispondono più alle mail e di loro si perde ogni traccia.

Ma allora come trovare online e riconoscere un traduttore serio, affidabile che rientri nella categoria dei traduttori freelance professionisti, per affidargli la traduzione del curriculum, di un testo importante per l’università o necessario per la tua azienda senza rischiare di incorrere in pseudo traduttori, lavori fatti male, danni all’immagine, perdendo così tempo e denaro? Ci sono alcuni requisiti che ti possono far capire chi è un traduttore professionista e chi, invece, mira solo a fare soldi facili.

1. Partita IVA

Uno dei requisiti principali dei traduttori freelance professionisti è sicuramente quello di essere in possesso della Partita Iva. Chi svolge il mestiere di traduttore da tempo, con impegno, costanza ed ha raggiunto un buon livello di professionalità ed esperienza difficilmente è sprovvisto di numero di partita IVA, ufficialmente rilasciato dall’Ufficio dell’Agenzia delle Entrate. Attraverso l’assegnazione di questa sequenza numerica, infatti, il lavoratore freelance può emettere le fatture, fare i versamenti fiscali e previdenziali e dimostrare in modo ufficiale la sua presenza ufficialeee legittima nel mercato del lavoro.

2. CV adeguato

Un altro aspetto da tenere in considerazione quando si intende ricorrere alle traduzioni online è la quantità e la qualità di informazioni e referenze relative al potenziale traduttore candidato, a partire dall’intramontabile curriculum vitae. Per alcuni sarà fuori moda, eppure il CV resta ancora oggi lo strumento principale per presentare se stessi e le proprie competenze in modo chiaro, sintetico ma completo a 360°. E cosa non può mancare nel curriculum di un traduttore professionista: i suoi studi linguistici, la sua laurea, eventuali specializzazioni e ovviamente esperienze di formazione all’estero. In assenza in questi aspetti, viene il dubbio su dove il sedicente traduttore abbia maturato le sue competenze in lingue straniere e traduzione.

3. Presenza online

Oggi creare un sito web è facile e rappresenta una possibilità accessibile a tutti, visti i costi ridotti. Nonostante ciò, sono in tanti tra quelli che si dicono traduttori a non averne, pur definendosi professionisti con esperienza e se provi a cercare su Internet il loro nome e cognome e il loro curriculum o qualche info sul loro background e competenze, noterai che Google non fornisce alcun risultato. Insomma, i motori di ricerca non sanno niente di loro. Non trovate che sia un po’ sospetto? Chi svolge il lavoro di traduttore freelance da molto tempo e afferma di avere un ampio ventaglio di clienti e di esperienze non può non lasciare nemmeno una traccia della sua presenza online.

4. Referenze verificabili

Idem sul piano delle referenze. Se si ha la possibilità di visionare il loro curriculum o di ottenere qualche informazione in più sulle loro esperienze lavorative, apparirà subito evidente che sono scarse, inadeguate e/o irrilevanti rispetto al lavoro per il quale si propongono. Un professionista serio che svolge traduzioni online, invece, è molto attento a fornire prove della sua professionalità e affidabilità attraverso un sito e uno spazio dedicato al “Dicono di me” oppure “Feedback dei clienti” o ancora “Testimonianze dei clienti” perché si preoccupa di rendere concrete e credibili le sue referenze e di tranquillizzare i nuovi clienti che lo contattano per la prima volta via mail, attraverso il sito web.

5. Reperibilità

Ultimo aspetto di cui tenere conto è la reperibilità. Un traduttore professionista che si dimostra presente e disponibile a dedicarti del tempo per rispondere alle tue domande via mail oppure attraverso un colloquio telefonico, dà prova della sua affidabilità ed è molto probabile, infatti, che la correttezza del suo comportamento, mostrata già dal primo contatto, sarà confermata anche durante lo svolgimento del lavoro e nella fase successiva di revisione.

Questo perché un traduttore freelance professionale cerca di dare un’immagine di sé che rispecchi la sua serietà. Diversamente, è molto probabile che i sedicenti traduttori non rispondano alle mail in modo tempestivo, spariscano per giorni e quando (se) dovessero ricomparire non si rendano conto della gravità delle loro mancanze. Per le tue traduzioni online, affidati ad un traduttore serio e professionale e non farti abbagliare dai prezzi bassi perché dietro un prezzo troppo basso c’è, nella maggior parte dei casi, un mancanza.

Potrebbe trattarsi di mancanza di qualità, mancanza di onestà, mancanza di precisione, perché scoprirlo? Meglio prevenire che curare facendo affidamento alla consulenza di un traduttore freelance professionista che saprà darti il giusto supporto e l’adeguata risposta alle tue esigenze. Io sono a tua disposizione! Per qualsiasi informazione su tempi e tariffe, puoi scrivermi al seguente indirizzo e-mail:

info@mariannanorillo.it

Marianna Norillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *