Il segreto per combattere l’ansia è scrivere (#sapevatelo)

Combattere l’ansia non è facile ma neanche impossibile ed è un problema che deve comunque essere affrontato prima o poi per evitare che degeneri in qualcosa di più grave. Innanzitutto le manifestazioni dell’ansia non sono tutte uguali perché anche le persone non sono tutte uguali. A scuola, in particolare, il terrore il giorno prima dell’interrogazione o del compito in classe sono situazioni molto comuni pur essendo preparati. 

Da oggi basta armarsi di carta e penna e sforzarsi di scrivere perché la pratica della scrittura, prima di un esame, permette agli studenti di essere più rilassati e, quindi, di portare a casa risultati migliori. Tutto questo è dimostrato da recenti studi effettuati presso l’Università di Chicago e pubblicati sulla rivista Science, una incredibile svolta per milioni di studenti che da oggi scriveranno di più per esorcizzare la paura.

I ricercatori americani dell’Università di Chicago hanno messo a confronto i risultati di due gruppi di studenti sottoposti a test di matematica e a verifiche scolastiche. Gli studenti, tutti volontari, sono stati messi sotto pressione dicendo loro che il risultato del test sarebbe stato determinante per la loro carriera scolastica. Il risultato che è emerso da queste ricerche è stato sorprendente.

I ragazzi a cui è stato chiesto di scrivere su un foglio un loro sfogo sulla paura della prova che stavano per affrontare hanno ottenuto un voto migliore rispetto a chi non ha avuto la possibilità di sfogarsi con la scrittura e, quindi, ha tenuto tutto dentro, ansie e paure. Quindi, ora che lo sapete, prima di ogni nuovo esame o nuova prova munitevi di penna, fogli e, se non avete carta, ogni cosa andrà bene… anche la carta igienica!

L’importante è che scrivere è dare voce alle paure attraverso il ricorso alla scrittura. Perché gli psicologi americani, guidati dal docente Sian Beilock, sostengono che la scrittura funzioni proprio come valvola di sfogo dell’ansia, aumentando le prestazioni del cervello. E questo non è valido solo per studenti e universitari sotto pressione ma per tutte le situazioni di pressione psicologica.

I ricercatori dell’Università di Chicago hanno affermato, infatti, che tali situazioni non sono solo spiacevoli emotivamente ma debilitano a livello psicofisico esaurendo le energie del cervello utili alla memoria. Spesso sento dire “a me non piace scrivere”. Forse, dopo questa scoperta sarebbe il caso di darsi almeno una chance. Dopotutto, tentare non nuoce soprattutto se scrivere può fare la differenza per la nostra serenità!

One Reply to “Il segreto per combattere l’ansia è scrivere (#sapevatelo)”

  1. E dire che tra i banchi di scuola il foglio vinco faceva sempre paura! Sapere che placa l’ansia sarebbe stato di grande aiuto. Buono a sapersi :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *