Posizioni_yoga_alleviare_dolori_gravidanza

I benefici dello yoga sono molteplici, proprio per tale ragione sono sempre di più le donne che decidono di avvicinarsi a questa disciplina nel periodo della gravidanza.

Durante i nove mesi di gravidanza infatti, una donna si trova a dover affrontare numerosi cambiamenti che possono portare ad un accumulo di stress psicofisico. E’ quindi necessario ai fini di una gravidanza quanto più possibile serena, alleviare questi aspetti negativi e mitigare l’ansia e lo stress. Per far ciò lo yoga, grazie ai suoi esercizi di concentrazione e respirazione è davvero un aiuto prezioso; non è un caso se la maggior parte dei corsi pre-parto sono proprio ispirati a questa disciplina. Nello specifico, ci sono quattro posizioni che sono particolarmente adatte nel terzo trimestre, quando cioè, si iniziano a sentire le gambe pesanti, la schiena affaticata, le caviglie gonfie e quando dunque i piccoli dolori si accentuano diventando più fastidiosi.

  1. SUPTA BADDHA KONASANA (posizione del ciabattino disteso) . Questa posizione, favorisce la circolazione sanguigna e distende l’inguine; favorisce enormemente la calma ed il rilassamento di tutto il corpo, allontanando dunque l’ansia e lo stress: nemici numeri uno! E’ importante (visto lo stato di dolce attesa), mettere un cuscino sotto la schiena ed uno sotto la nuca, in modo tale da creare un piano inclinato, unite poi le piante dei piedi e concentrandovi sul ritmo del vostro respiro rilassatevi .
  2. MARJARIASANA ( o posizione del gatto che stira). Con l’aumentare dei mesi, non sarà solo il vostro bambino a crescere, ma anche la pressione sulla vostra colonna vertebrale. In questa posizione praticata mettendosi carponi a quattro zampe, allevierete in modo significativo tale spinta esercitata sulla colonna. Inoltre è una posizione molto utile non solo a fornire sollievo durante il travaglio, ma anche nel far si che il vostro bambino si posizioni nella maniera corretta .
  3. MALASANA (posizione della ghirlanda). Questa posizione è assolutamente l’ideale per la pratica prenatale: Apre le anche ed il bacino, distende schiena e gambe e aiuta anche a stimolare la digestione (solitamente lunga e più difficile in gravidanza) .
  4. SAVASANA (posizione di rilassamento totale). Questa posizione calma il sistema nervoso riportando il corpo al suo equilibrio; basta mettersi su un fianco, posizionare un cuscino tra le gambe e uno sotto la schiena e poi lasciarsi andare. Eseguita per cinque minuti al giorno  con gli occhi chiusi, e l’attenzione completamente rivolta al vostro respiro è un aiuto provvidenziale!

* Piccola curiosità : Il significato stesso della parola Yoga è pregno di spiritualità, infatti, il termine deriva da ‘’yuj’’ oggi tradotto come ‘unire’, concetto ideale e decisamente adatto  per rafforzare il legame tra mamma e feto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *