No, non è la solita bufala. Apprendere le lingue in un futuro non troppo lontano potrebbe essere molto più semplice di come avviene oggi. A parlarne non è un guru delirante ma il fondatore del MIT Media Lab Nicholas Negroponte secondo cui gli umani saranno presto in grado di imparare una lingua intera semplicemente con una pillola.

Questa dichiarazione sconvolgente è stata fatta durante il suo ultimo discorso al TED, conferenza su temi quali Technology, Entertainment e Design (le cui iniziali danno origine a TED) che si tiene ogni anno a Monterey, in California. Se alcuni di voi lo conoscono, si ricorderanno di alcune sue previsioni azzeccate degli anni ’70 e ’80 e forse sarebbe il caso di dargli almeno il beneficio del dubbio.

Secondo la previsione di Nicholas Negroponte tra circa 30 anni potremmo ritrovarci ad assistere ad un’incredibile rivoluzione culturale che riguarderà in primis il modo di apprendere lingue straniere. Basterà ingerire una semplice pillola per diventare fluenti in una o più lingue. Pensate che sia impossibile?

Lo stesso stupore (misto ad ilarità) ebbero le previsioni di Negroponte in un ‘TED’ del 1984 mentre immaginava che avremmo usato le nostre dita come delle penne stilo. Eppure questo si è verificato e fa parte ormai della nostra quotidianitàMa come dovrebbe funzionare la pillola pensata da Negroponte? Una volta ingerita, la pillola sarà in grado di rilasciare le informazioni nel flusso sanguigno sulla lingua che vogliamo imparare.

Attraverso il sangue la ‘conoscenza’ su una determinata lingua andranno a raggiungere il cervello e sarà memorizzata. “La mia previsione è che stiamo per ingerire informazioni. Andrai a ingoiare una pillola e conoscerai l’inglese. Andrai a ingoiare una pillola e conoscerai Shakespeare”, queste le parole ‘futuristiche’ di Negroponte alla platea di TED a Vancouver, in Canada.

Voi cosa ne pensate, basterà davvero una pillola per imparare una lingua?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *