Rubriche

La passione per la scrittura di Dan O’Brien, uno scrittore cowboy

Dan O’Brien è uno scrittore e sceneggiatore. Ha scritto oltre 10 romanzi, numerose sceneggiature e sta lavorando su un romanzo grafico. Filosofo e artista, i suoi giorni sono pieni di passione per la scrittura e gli animali del suo ranch. Sì, perché Dan O’Brien è quello che potremmo definire uno scrittore cowboy che è riuscito ad unire due mondi apparentemente lontani.

Dan O’Brien si trasferisce dall’Ohio in Sud Dakota nel 1970. Nel 1973, pubblica il suo primo racconto e nel 1987 il suo primo romanzo. Oltre a questo, ne ha scritti altri otto. E’ proprietario del Cheyenne River Ranch ad ovest del Parco Nazionale delle Badlands e a nord della riserva indiana di Pine Ridge. Alleva e vende bufali ed è un falconiere. Disapprovava il presidente George W. Bush e la guerra in Iraq e ora sostiene Barack Obama.

La sua meravigliosa riserva faunistica è figlia di un progetto molto ambizioso: quello della reintroduzione delle mandrie con l’obiettivo di recuperare l’ecosistema. Secondo Dan O’Brien non possiamo aspettarci molto da un mondo che trascuriamo e danneggiamo continuamente e se vogliamo evitare conseguenze negative dobbiamo iniziare a preoccuparci ed occuparci di più della natura e dei suoi abitanti.

La passione per la scrittura di Dan O’Brien è strettamente legata all’ambiente in cui vive. Basti pensare ad alcuni dei titoli dei suoi libri come Spirit of the Hills del The e The Rites of Autumn: a Falconer’s Journey Across the American West del 1988 oppure Equinox: Life, Loves, and Birds of Prey del 1997 e Buffalo for The Broken Heart del 2001.

I suoi modelli di riferimento sono Cormac McCarthy e Jim Garrison, scrittori western legati alla terra, proprio come lui. Ma è stato molto difficile avvicinarsi al mondo letterario poiché nella sua famiglia non c’erano libri e non si leggeva e solo a partire dall’università ha iniziato a conoscere questo mondo e ha dovuto recuperare un bel di po’ di informazioni arretrate.

Dopotutto, Dan O’Brien non hai mai avuto manie di protagonismo o ambizioni di fama. La scrittura per lui non è qualcosa che serve a renderti famoso ma una missione. Ci sono tanti scrittori di cui molti non abbiamo nemmeno letto i libri eppure esistono e sono eroi moderni perché con le loro storie e le loro riflessioni si impegnano a rendere migliore la vita delle persone.

La scrittura e la lettura, infatti, sono potenti medicinali per combattere l’ansia e non solo: possono aiutare a dimenticare, a superare le difficoltà e a guardare avanti con la speranza che il domani ci riservi qualcosa di meglio:

You can only look forward to a South Dakota winter if, as with childbirth, remodeling a house, or writing a novel, you’re able to forget how bad it was the last time”.

[ Dan O’Brien, Buffalo for the Broken Heart: Restoring Life to a Black Hills Ranch ]

Potrebbe piacerti...

2 commenti

  1. Christiane Bürklein dice:

    Mi hai dato un’idea :) Visto che amo un certo tipo di vita (se ci sono anche i cavalli, tanto meglio)…

    1. Marianna dice:

      anche io!!! che vita meravigliosa deve essere :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *