Creare volantini efficaci in 5 step

La guida definitiva per creare un volantino efficace per il tuo evento o prodotto.

Ti viene commissionato un volantino per un evento o un prodotto. Ti è mai capitato di doverti scervellare per trovare una via semplice ed efficace per comunicare al meglio il tuo messaggio?
Questa guida in 5 semplici step ti aiuterà da qui in futuro: stampala e appendila alla tua scrivania.

1. Cosa vuoi dire?

Qual è lo scopo del tuo volantino? Individua da subito gli obiettivi principali: in sostanza metà del lavoro sarà già fatto.
Di seguito qualche esempio di obiettivi classici per un volantino:

  • Far conoscere i tuoi servizi al pubblico e promuovere la tua Value Proposition (cosa li dovrebbe farti preferire ai tuoi competitor, o a quelli del tuo cliente)
  • Elencare i tuoi prodotti e i relativi prezzi
  • Indirizzare dei nuovi visitatori al tuo sito
  • Promuovere un’offerta particolare, un prodotto, una gara o un evento

2. A chi lo vuoi dire?

Prima di scrivere i contenuti del tuo volantino e partire con il lavoro di copy, devi sapere a chi è indirizzato il tuo messaggio, quale sarà il tuo pubblico. È necessario che in questa fase tu decida con cura nelle mani di chi dovrà finire il tuo volantino: potenziali clienti, clienti già fidelizzati o intermediari?

3. Come lo vuoi dire?

Prima di passare alla fase di scrittura e design del tuo volantino, spunta questa check-list.

  1. Scegli la dimensione del volantino
    Questa variabile dipende innanzitutto dal pubblico che hai scelto e quindi dalla quantità di copie che prevedi di distribuire: se si tratta di un volantino per un golf club, ad esempio, non ti servirà lo stesso numero di volantini che per la promozione di un concerto.
    I formati più conosciuti sono i volantini A5 e A6, perfetti da appendere alle porte dei locali. Se prevedi di distribuire a mano i volantini scegli un foglio A6 o di dimensioni più piccole. Questi formati si prestano a messaggi brevi e incisivi con call to action chiare come “Riserva il tavolo all’evento”.
    Devi informare un’azienda sui tuoi servizi o su quelli del tuo cliente? Scegli il formato A4: ti permette di inserire qualche informazione in più.
  2. Usa titoli accattivanti
    Il tuo lettore (e potenziale cliente) vuole capire subito se il tuo servizio può interessargli. Dovresti identificare e mettere in risalto ciò che è importante per il pubblico: cos’ha il tuo messaggio che possa attrarre la sua attenzione e generare interesse? Crea un titolo, una headline, breve e impattante che faccia venir voglia di proseguire con la lettura.
  3. Usa frasi brevi
    Vai al punto. La gente non ama trovarsi davanti un muro di parole. Il tuo volantino deve stare su un muro, non esserlo: lancia un messaggio chiaro con una call to action univoca.
    Non puoi rischiare di perdere l’attenzione del tuo lettore, perché potrebbe diventare un tuo cliente. Un consiglio? Gli elenchi puntati funzionano ancora.
  4. Le immagini
    Un’immagine può comunicare mille parole, ma solo se si tratta di una figura interessante e contestuale. Nel tuo volantino usa immagini che rafforzino il concetto espresso a parole. La parte visuale deve attirare l’attenzione, spiccare tra i vari elementi di distrazione che possono deviare lo sguardo del lettore. Ormai i servizi di vendita di immagini online non si contano più: hai vastissima scelta!
  5. I colori
    L’immagine coordinata è importante e, oltre al logo, viene veicolata anche con i colori. L’uso di una determinata palette o di una tonalità unica aiuta le persone a riconoscerti e distinguerti dalla concorrenza.
  6. La call to action
    Il tuo volantino deva avere un obiettivo, come dicevamo all’inizio, quindi dillo chiaramente. Che si tratti di prenotare un tavolo o chiamare per avere informazioni: non temere di dirlo. Assicurati di mettere in evidenza i dettagli di contatto (ma soprattutto di inserirli), come il numero di telefono, la mail o il sito web.

Per aiutarti, ricordati della formula A.I.D.A.

A.I.D.A. cioè Attenzione, Interesse, Desiderio e Azione. Il tuo volantino per essere efficace deve seguire esattamente questo percorso:

  • Attirare l’attenzione con il titolo, le immagini e i colori usati
  • Mantenere l’interesse dei lettori nella tua comunicazione: quali sono i benefici che avranno scegliendoti? In cosa sei diverso dagli altri?
  • Creare il desiderio nel potenziale cliente con informazioni dettagliate, ma soprattutto fargli capire che il loro desiderio può essere realizzato grazie al tuo prodotto o servizio.
  • Provocare un’azione: qui entra in gioco la call to action. Incoraggia i tuoi lettori a fare qualcosa: visitare il sito, presentare il volantino per uno sconto, ecc.

4. Sii professionale

L’immagine della tua azienda, o dell’azienda che si è affidata a te traspare dal tuo impaginato grafico (sia esso un volantino o un biglietto da visita). Un volantino realizzato senza uno studio accurato dell’estetica e del contenuto darà ai potenziali clienti un’impressione negativa della tua offerta. Evita anche errori di impaginazione generali o di definizione delle immagini: alcuni servizi di stampa online ti forniscono gratuitamente un controllo professionale del file di stampa di volantini come ad esempio 4Graph.

5. Non tenere il tuo volantino su uno scaffale

Una volta che avrai la tua partita di volantini pronta e stampata, assicurati che venga distribuita alle persone giuste. Nel secondo punto abbiamo detto di individuare il tuo pubblico di riferimento: automaticamente saprai dove trovarli fisicamente.
Prendi in considerazione anche vari strumenti di distribuzione: tramite email, all’interno di riviste a distribuzione gratuita, durante manifestazioni pubbliche, nei pub e bar, nelle palestre e in tutti quei posti dove potresti trovare persone interessate ai tuoi servizi.

Marianna Norillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto