Pensieri in viaggio Rubriche

Come sembra lontana la normalità

Guardo questa foto e non riesco a nascondere l’amarezza per l’ennesimo Carnevale mancato. Ma cosa importa delle maschere e dei cortei, dopotutto. È solo una festa come tante che abbiamo vissuto chissà quante volte.

E lo so, si può vivere anche senza travestimenti e coriandoli, ma ho sempre atteso questo momento dell’anno con gioia e adesso, invece, non riesco che a collegarlo al momento in cui siamo caduti nell’ incubo del coronavirus.

Crema. 9 Febbraio 2020. Con il nostro bimbo, al Gran carnevale cremasco, il primo Carnevale per lui, vestito da un simpatico leopardino. Abbiamo visitato la città e partecipato al corteo dei carri, insieme a tante persone e bimbi, in mezzo alla folla.

Mi sembra strano persino scriverlo “in mezzo alla folla”. Eravamo felici ed entusiasti di festeggiare e di vedere Gabriel sorridere, ignari del fatto che quella sarebbe stata l’ultima volta che avremmo fatto parte di un assembramento.

Neanche due settimane dopo, infatti, il coronavirus entrava con prepotenza nelle nostre vite, con l’intenzione di restarci a lungo, stravolgendo tutte le nostre certezze, le nostre abitudini e ribaltando per sempre la nostra realtà e normalità.

Quando finirà tutto questo? Quando potremo tornare a festeggiare giornate spensierate come queste? Per tutti i momenti di gioia, serenità e condivisione che rappresentano e che ci stiamo perdendo? 🌈

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *