30_settembre_giornata_mondiale_traduzione

Per averci dato una Giornata Mondiale della Traduzione, noi traduttori non dobbiamo essere così inutili, dopotutto (dato che per molti vige lo slogan “ma che ci vuole a tradurre, non è mica un lavoro“). Ebbene, il 30 settembre finalmente la figura del traduttore si prende la sua piccola rivincita e si autocelebra ma la data non è casuale. In questo giorno si festeggia, infatti, San Girolamo.

San Girolamo non è solo un santo ma un santo protettore dei traduttori, morto il 30 settembre 420 e in pochi sanno che San Girolamo è stato anche un ottimo traduttore.  La prima traduzione completa in latino della Bibbia a partire dal testo in greco ed ebraico, meglio nota come Vulgata è opera sua come è merito suo l’approccio moderno alla traduzione che prendeva ispirazione dagli insegnamenti di Cicerone e Orazio.

In cosa consisteva quest’approccio moderno? Nella volontà di rendere avvicinarsi quanto più possibile all’originale, trasferendone nella traduzione il significato, le sfumature linguistiche e culturali del messaggio originale. Il ruolo del traduttore appare, dunque, quanto mai essenziale per lo sviluppo del mondo letterario ma non solo. Anche nel mondo della comunicazione il traduttore è diventato un protagonista.

Senza di lui, la comunicazione come la viviamo oggi non esisterebbe. Ogni singolo concetto tradotto nella nostra lingua ci permette di confrontare le nostre opinioni e di farle crescere, modificarle oppure cambiarle radicalmente, considerando nuovi spunti di cui prima non eravamo a conoscenza. Tutto questo spiega l’importanza di celebrare la Giornata Mondiale della Traduzione.

Grazie ai traduttori è, oggi, possibile aprire i nostri orizzonti culturali leggendo libri, articoli, giornali, riviste, notizie, ascoltando interviste, dibattiti culturali, pubblicità, facendo acquisti ed usufruendo di tutta una serie di servizi altrimenti inaccessibili. Direi che sono già tanti validi motivi per istituire una Giornata Mondiale della Traduzione e per ricordarci dell’importanza della traduzione nella nostra vita.

Traduco, ergo sumus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *